SORELLE DEL CENACOLO
Cuore pulsante del Cenacolo-Gerusalemme sono le consacrate (sorelle del Cenacolo), fondamenta di tutta l’Opera, chiamate ad essere presenza di Maria.

La loro vocazione è riprodurre in tutto Maria del Vangelo, anche nel suo aspetto esterno, nel suo stile concreto di vita, per vivere nella Chiesa il carisma di maternità. Ricevono, come Maria, la consegna di Gesù dalla croce: “Donna, ecco tuo figlio”. È la consegna che, per ciascuna, diviene la “perla preziosa” deposta nella sua vita: Gesù chiama a rispondere del Suo stesso Sacerdozio.

Come il Sacerdozio di Gesù è passato attraverso la maternità di Maria, così per ogni sacerdote che partecipa dell’Unico ed Eterno Sacerdozio, c’è bisogno di un cuore materno attraverso cui si possa formare e rigenerare.

Questa “presenza” di Maria nelle sorelle diviene fulcro di comunione e unità per tutti i sacerdoti e per il popolo di Dio, per cui le sorelle si ritrovano nel Cenacolo-Chiesa a continuare la missione di Maria, Madre e Sorella.

Il “segno distintivo” nella Chiesa dell’Opera è la Croce Pasquale (o eucaristica) che le sorelle portano al collo, perché riassume in sé tutto il mistero di Passione, Morte e Risurrezione di Gesù: contemplandola, ogni sorella trova il perché della sua vita, il suo posto, la chiamata ad essere una con Gesù-Ostia ripercorrendo la strada di Maria, l’umile serva del Signore, la totalmente abbandonata alla Volontà del Padre.